RIPOSO SETTIMANALE IN CABINA SU MEZZI PESANTI

Riposo settimanale a bordo del veicolo. la Corte di Giustizia Europea chiarisce:

Il 20/12/2017 la Corte di Giustizia dell’Unione Europea a seguito di un ricorso presentato da un impresa Belga, ha emanato sentenza in merito ad un contesto amministrativo di autista che effettuava il riposo settimanale in cabina.

Premesso che la norma di riferimento in Italia, Comunità Europea e stati aderenti che disciplina l’attività di trasporto su strada di cose e persone, e regola ,i tempi di guida, interruzioni e riposo degli autisti professionali; è, il Regolamento CE 561/2006  una serie di norme, emanate al fine di migliorare le condizioni di lavoro degli autisti professionali.

A tal proposito la Corte di Giustizia dell’Unione Europea si pronunciava chiarendo le disposizioni dell’art 8 paragrafo 8 del Regolamento CE 561/2006 in riferimento al divieto sottinteso di effettuare il riposo settimanale a bordo del mezzo.

In conclusione la Corte di Giustizia Europea analizzando a fondo la norma, ha stabilito che la cabina del mezzo non è un luogo idoneo per effettuare il riposo settimanale regolare (cosiddetto lungo).

Pertanto a seguito di tale sentenza il Ministero degli Interni in accordo con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha diramato nota agli uffici periferici, ritenendo che il riposo settimanale effettuato a bordo del mezzo di lavoro, possa essere considerato dagli operatori di Polizia Stradale, come non goduto, e quindi sanzionabile ex art 174 comma 7° C.d.S. nell’ipotesi più grave indicata nel terzo periodo ( mancato rispetto dei limiti prescritti per oltre il 20%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.