OMOLOGAZIONE CASCHI. In previsione della nuova normativa. Quale acquistare?

Visti i numerosi quesiti giunti alla redazione di sullastrada.it in questo articolo, proveremo a far chiarezza sulle omologazioni che ogni casco di protezione deve avere e come poterle leggere.

Tutti i caschi hanno necessariamente bisogno dell’omologazione, questa serve per dimostrare che è stato approvato ed ha superato diversi test sulla sicurezza.

All’interno del casco è cucita o stampigliata una targhetta contenente i dati dell’omologazione ECE/ONU.

/P = casco integrale – /J= casco jet – /NP= casco modulare con mentoniera non protettiva- /P-J = modulare con mentoniera protettiva.

COS’E’ L’OMOLOGAZIONE “ECE” ?

L’ ECE è l’armonizzazione di tutte le norme in materia, in modo che i caschi in commercio, sul nostro territorio nazionale ed Europeo, rispondano a determinati standard di sicurezza.

Si è partiti dall’ECE 22.02 negli anni 80, arrivando ad oggi alla versione più sicura e tecnologicamente avanzata ovvero l’omologazione ECE 22.05.

La normativa ECE è comunque in continuo mutamento la tecnologia va avanti e per questi motivi nel 2020 data già fissata, entrerà in vigore lo standard di sicurezza ECE 20.06 , sicuramente migliorativo e che metterà in circolazione caschi sempre più sicuri.

A seguire vedremo le tipologie di caschi esistenti sul mercato consigliando di acquistare i caschi con omologazione più recente come la ECE 20.05

Va ricordato che i caschi D.G.M.  (a seguire nella foto) detti caschi a scodella sono fuori commercio già dal 2001 e dal 2010 ufficialmente e definitivamente fuori legge, quindi non più utilizzabili. (Pena la sanzione amministrativa per guida con casco non omologato.)

 

 

Caschi Jet e Demi Jet: trattasi di caschi aperti privi di mentoniera frontale, entrambi possono essere dotati di visiera all’apparenza i due caschi sono molto simili, la differenza che il Demi-Jet assicura una maggiore protezione laterale e risulta più avvolgente

 

 

Casco modulare: Il casco modulare sostanzialmente è a meta strada tra i caschi aperti e quelli integrali, infatti il modulare è dotato di mentoniera mobile ruotabile, e permette una trasformazione immediata da casco integrale a Demi-Jet.

Casco Integrale: Il casco integrale, è sicuramente il casco più confortevole , il più sicuro in termini di protezione e nello stesso tempo più leggero del casco modulare perché privo di meccanismi di apertura e rotazione.

Come prescritto dall’art 171 del Codice della Strada, qualsiasi conducente ed eventuale passeggero che circoli a bordo di ciclomotori o motocicli, deve indossare il casco di protezione durante la marcia, omologato e perfettamente allacciato. Chi omette, è punito con una sanzione amministrativa che va da 81,00 a 326,00, la decurtazione di 5 punti sulla patente di guida e con verbale separato il veicolo viene sottoposto a fermo amministrativo per 60 giorni.

Il casco non Omologato verrà dagli agenti operanti, sequestrato per la successiva confisca.

Da precisare che, se nell’arco del biennio vengono contestate due violazioni per omesso uso del casco protettivo non omologato o non allacciato, la sanzione accessoria del fermo amministrativo sarà di 90 giorni e non 60

Ricordiamo inoltre che,  per chi importa, produce o commercializza caschi di protezione non omologati, è punito dall’articolo 171 del codice della strada con una sanzione che va da 849,00 a 3396,00 con il relativo sequestro per la successiva confisca dei caschi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.