NUOVE REGOLE PER IL CONSEGUIMENTO DELLE PATENTI DI CATEGORIE A1-A2 e A.

PER LE PROVE PRATICHE DELLE PATENTI CATEGORIA A1-A2 e A. NUOVE REGOLE.

La nuova normativa pubblicata sulla G.U in data 12/10/2018 che entreva in vigore il 28/10/2018,ma prorogata all’ ultimo momento dal Ministero a Gennaio 2019.

In particolare vengono apportate modifiche al Decreto. 08 gennaio 2013 al fine di adeguare e uniformare alla Direttiva Europea del 2013, le procedure per le prove di verifica, per il conseguimento delle patenti di guida delle categorie A1, A2 ed A.

Le novità introdotte riguarderanno la velocità minima di esecuzione della seconda prova in circuito che viene innalzata da 30 kmh del vecchio esame a 50 kmh della nuova normativa, inoltre viene introdotto un tempo minimo e massimo per ultimare le due prove.

Le prove si articoleranno in tre fasi rispetto alle sei previste in precedenza:

  1. Verifica della capacità del conducente.
  2. Esecuzione delle manovre svolte su percorsi conformi.
  3. Comportamenti di guida nel traffico.

Il candidato ammesso, dovrà sostenere le prove pratiche su motociclo, munito di cavalletto centrale o laterale, e conforme per ciascuna delle predette categorie di patente A1, A2 ed A.

PRIMA PROVA

Nuovo circuito, prova di equilibrio e passaggio in corridoio stretto a velocità ridotta: Nella prima prova ovvero quella di equilibrio, il candidato dovrà iniziare e ultimare la prova in circuito tra slalom e passaggio in corridoio stretto a bassa velocità in un tempo minimo di 15”.

Svolgimento della prova: Il candidato dovrà inizialmente effettuare uno slalom nel primo corridoio, lasciando sulla destra il primo cono posto alla distanza di 2,2 metri dalla partenza, al termine dello slalom il candidato dovrà percorrere, a velocità ridotta, nel modo più regolare possibile, un percorso avvolgente il cono posto centralmente, successivamente percorrerà il corridoio stretto.

 

Determina l’esito negativo della prova una delle seguenti irregolarità:

  • toccare uno o più coni.
  • saltare un cono durante lo slalom o uscire dal percorso
  • mettere un piede a terra.
  • coordinare in modo irregolare la guida, dimostrando scarsa abilità.
  • impiegare un tempo inferiore a 15 secondi per completare il percorso.

 

 

 

 

 

 

SECONDA PROVA.

Nuovo circuito, prova di equilibrio, superamento ostacolo e frenata:Nel secondo circuito il candidato dovrà iniziare ed ultimare la prova in un tempo massimo di 25” dimostrando abilità di equilibrio superamento ostacolo e frenata a velocità di 50 km.h.

Svolgimento della prova: Il candidato effettua dapprima uno slalom lasciando indifferentemente, sulla destra o sulla sinistra, il primo cono. Al termine dello slalom dovrà passare tra tre coni posti al centro della pista, quindi percorrere il secondo corridoio, passando all’interno dei coni distanziati di 1 metro ed infine arrestare il veicolo in modo che la ruota anteriore superi il primo allineamento, ma non il secondo.

Determina l’esito negativo delle prove una delle seguenti irregolarità:

  • toccare uno o più coni
  • saltare un cono durante lo slalom o uscire dal percorso.
  • mettere un piede a terra.
  • coordinare in modo irregolare la guida, dimostrando scarsa abilità.
  • arrestare il motociclo con la ruota anteriore che non ha superato il primo allineamento o che ha superato il secondo allineamento.
  • impiegare un tempo superiore a 25 secondi per completare il percorso.

 

 

 

 

Area idonea destinata al circuito: Le prove si svolgono in aree chiuse, attrezzate e dotate di pavimentazione in buono stato, che garantiscano una fascia perimetrale di rispetto, l’area destinata all’effettuazione dei circuiti di prova, dovrà essere libera da ogni tipo di ostacolo, e contenere i percorsi dei singoli circuiti di prova, delimitati da appositi coni, di altezza non inferiore a 30 centimetri. I percorsi possono anche essere delineati con strisce orizzontali, sulle quali, comunque, sono sovrapposti i predetti coni.

Abbigliamento tecnico dei candidati durante le prove:

  • casco integrale.
  • guanti.
  • giacca con protezione dei gomiti e delle spalle.
  • scarpe chiuse.
  • pantaloni lunghi e protezioni delle ginocchia.
  • paraschiena.

PRIMO CIRCUITO ( specifiche)

Nuovo circuito prova di equilibrio e passaggio in corridoio stretto a velocità ridotta: Trattasi di un corridoio di 18,2 metri di lunghezza e di 2,2 metri di larghezza, all’interno del corridoio saranno posizionati 5 coni, il primo alla distanza di 2,2 metri dalla partenza, gli altri a distanza di 4 metri. Dopo l’ultimo cono di destra che delimita il corridoio, si trova un cono alla distanza di 2,2 metri e, altri 5 coni in modo da formare una figura circolare di 8 metri di diametro, al centro del quale è disposto un ulteriore cono. Dal cono posto sul diametro orizzontale del cerchio alla distanza di 2,2 metri, si troverà posizionato un cono e, da questo, inizia un corridoio lungo 25 metri e di larghezza di 1,3 metri delimitato da coni posti a distanza di 1 metro uno dall’altro.

SECONDO CIRCUITO ( specifiche)

Secondo nuovo circuito: Prova di equilibrio, superamento ostacolo e frenata:Corridoio di 48 metri di lunghezza e di 5,5 metri di larghezza. All’interno del quale si trovano 5 coni, il primo alla distanza di 20 metri, gli altri a distanza di 7 metri. Al termine del corridoio si troverà una ulteriore area di 22 metri di lunghezza per 11 metri di larghezza; all’interno di tale area sarà presente un cono che dista 11 metri dalla linea di fondo e 3 metri dalla linea laterale e un cono che dista 4,5 metri dalla linea di fondo e 5,5 dalla linea laterale. A sessanta metri dalla linea di fondo si troveranno, orizzontalmente due delimitatori bassi (c.d.cinesini”), distanti 1 metro l’uno dall’altro; dopo ulteriori 10 metri, orizzontalmente 3 coni, distanziati tra loro 32,5 centimetri e, alla stessa distanza, un delimitatore basso (c.d.cinesino”); in corrispondenza di quest’ultimo, si troverà un altro delimitatore basso a distanza di 1 metro. Dopo ulteriori 8 metri saranno posizionati due delimitatori bassi (c.d. “cinesini”), distanti 1 metro l’uno dall’altro ed infine, dopo 11,5 metri, 4 coni distanziati tra loro longitudinalmente di 50 cm.e lateralmente di 1,3 metri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.