LA CIRCOLAZIONE NELLE ROTONDE.IL MINISTERO DIRAMA LINEE GUIDA.

IL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI HA EMANATO,CIRCOLARE CHIARIFICATRICE SULLA CIRCOLAZIONE NELLE ROTATORIE.

Diciamo che le Rotatorie fino ad oggi non sono contemplate all’interno del Codice della strada, per questi motivi non avendo fonti normative specifiche, si è creata un pò di confusione tra gli automobilisti e a volte anche tra gli addetti alla sicurezza stradale.

Per questi motivi il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha diramato le linee guida attraverso la Circolare Prot. n. 6935 del 22/03/2017 per disciplinare la circolazione in rotatoria .

La rotonda è, a tutti gli effetti un’intersezione stradale con circolazione in senso rotatorio antiorario, sono segnalate da due cartelli posizionati di solito progressivamente nell’ordine sottoindicato, previsti dal CdS.

Le regole valgono per tutti i veicoli anche i per i ciclisti che all’interno della rotonda in deroga possono anche circolare a sinistra in relazione all’uscita da impegnare.

  1. Segnale di CIRCOLAZIONE ROTATORIA fig.II.27( del reg esecuzione Cds )deve essere installato sulle strade extraurbane per presegnalare una intersezione tra due o più strade regolamentate con circolazione rotatoria. Nei centri abitati può essere usato solo quando le condizioni del traffico ne consigliano l’impiego per motivi di sicurezza.

  2. Il segnale di ROTATORIA fig.II .4( del reg esecuzione Cds ).deve essere usato per indicare ai conducenti l’obbligo di circolare secondo il verso indicato dalle frecce. Deve essere collocato sulla soglia dell’area ove si svolge la circolazione rotatoria. Sulle strade extraurbane è sempre preceduto dal segnale di PREAVVISO DI CIRCOLAZIONE ROTATORIA.

Ma quali sono i comportamenti da tenere nell’approssimarsi all’interno della rotatoria?

  • Approssimandosi alla rotatoria, il conducente deve moderare la velocità e controllare il comportamento degli altri conducenti, predisponendosi a dare la precedenza ad altri veicoli ove necessario.

  • In mancanza di specifico segnale di “DARE PRECEDENZA”, solitamente apposto in corrispondenza delle immissioni nella rotatoria, vige il principio dell’art. 145, comma 2, del C.d.S.(Quando due veicoli stanno per impegnare una intersezione, ovvero laddove le loro traiettorie stiano comunque per intersecarsi, si ha l’obbligo di dare la precedenza a chi proviene da destra, salvo diversa segnalazione) e quindi, in tal caso ha la precedenza chi si immette nella rotatoria.

  • Le uscite delle rotonde posso essere considerate analogamente a delle svolte.

  • Nel caso di rotatoria ad una sola corsia e strada d’accesso ad una sola corsia per senso di marcia, il conducente, deve:

  1. Immettersi nella rotatoria restando in prossimità del margine destro.

  2. Nella manovra di immissione nella rotatoria non è necessario azionare l’indicatore di direzione sinistro, ma dovrà azionarlo nel caso intenda imboccare la prima uscita sulla destra;

  3. Se non deve uscire al primo braccio, accede all’anello senza attivare l’indicatore di direzione, ma deve azionare quelli di destra con idoneo anticipo rispetto al momento in cui imboccherà il braccio di uscita prescelto, in pratica, ciò deve avvenire subito dopo aver superato il braccio d’uscita precedente a quello che dovrà imboccare.

  • Nel caso di rotatoria a due o più corsie e strada d’accesso con due o più corsie per senso di marcia:

  1. Se il conducente deve uscire sul lato destro dell’anello, lo stesso, si avvicina alla rotatoria, mantenendosi in prossimità del margine destro della carreggiata di accesso; nell’anello circola sulla corsia di destra; e se deve uscire al primo braccio, aziona fin da quando è in prossimità dell’anello, l’indicatore di direzione destro.

  2. Se, invece, intende svincolare in una delle uscite di destra successive alla prima, aziona l’indicatore di direzione destro, subito dopo aver superato il braccio d’uscita precedente a quello che dovrà imboccare).

  3. Se il conducente che deve proseguire diritto (rispetto all’asse di simmetria della rotatoria), quest’ultimo.

  • in assenza di traffico, mantiene la corsia di destra (sia nel ramo di ingresso che all’interno dell’anello) e non utilizza gli indicatori di direzione, salvo quelli di destra in prossimità dell’uscita prescelta (cioè subito dopo aver superato il braccio precedente a quello che dovrà imboccare)

  • in caso di traffico intenso, invece, può scegliere una qualsiasi corsia libera per immettersi nella rotatoria, continuando a mantenere la stessa posizione all’interno dell’anello (comportamento assimilabile alla marcia per file parallele); prima di uscire dalla rotatoria deve, con conveniente anticipo, spostarsi sulla corsia di destra, azionando preventivamente l’indicatore di direzione destro e verificando di non tagliare la strada ad altri veicoli sull’anello.

  • in caso di traffico intenso all’interno dell’anello, con altri conducenti che effettuano le medesime scelte di percorso, deve mantenere la stessa corsia sia in ingresso che nella percorrenza della rotatoria, azionando l’indicatore di direzione destro con idoneo anticipo rispetto all’uscita (in pratica, subito dopo aver superato il braccio d’uscita precedente a quello che dovrà imboccare).

  • Nel caso di rotatoria a due o più corsie e strada d’accesso con due o più corsie per senso di marcia e il conducente che deve uscire sul lato sinistro dell’anello(rispetto all’asse di simmetria della rotatoria).

Lo stesso, si avvicina alla rotatoria come se si trattasse di una svolta a sinistra, cioè portandosi nella corsia di sinistra della strada di accesso; immettendosi nella rotatoria, attiva l’indicatore di direzione sinistro; nell’anello deve circolare nella corsia di sinistra, mantenendo in funzione l’indicatore di direzione sinistro; prima di imboccare il braccio d’uscita deve, con conveniente anticipo, attivare l’indicatore di direzione destro e spostarsi sulla corsia di destra, verificando di non tagliare la strada ad altri veicoli; qualora sul ramo di accesso e nell’anello vi sia intenso traffico e non sia possibile occupare la corsia di sinistra, l’automobilista (anche se deve svoltare in un ramo di sinistra) resta sulla corsia di destra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.