IN RIENTRO DALLE VACANZE IN CORSIA DI EMERGENZA

IN RIENTRO DALLE VACANZE IN CORSIA DI EMERGENZA.

È arrivato il tempo di rientrare a casa dalla vacanza estive e molti di voi lo affronteranno in macchia percorrendo le tantissime autostrade che da nord a sud attraversano la nostra penisola. In questo articolo parleremo dell’utilizzo della corsia per la sosta di emergenza che è prevista

solo per reali esigenze, ad esempio malessere del conducente o dei passeggeri o avaria del motore, ricordando a tutti che su tale corsia è vietato circolare tranne che per arrestare o riprendere la marcia dopo aver effettuato la sosta.

Chi non rispetta questa norma del C.d:S. è punito con una sanzione amministrativa di 422,00 euro se il pagamento avviene entro 60 giorni e di 848.50 se avviene oltre i 60 giorni, naturalmente dalla contestazione o notificazione, la decurtazione di 10 punti sulla propria patente di guida e della sanzione accessoria della sospensione della patente di guida da 2 a 6 mesi. In questo caso non è consentito il pagamento ridotto del 30%.

Nei casi in cui c’è un ingorgo, è consentito transitare sulla corsia per la sosta di emergenza al solo fine di uscire dall’autostrada a partire dal cartello di preavviso posto a 500 metri dallo svincolo se viene fatto prima del cartello si va incontro ad una sanzione amministrativa di 85.00 euro con pagamento entro i 60 giorni e la decurtazione di 2 punti dalla patente di 169.00 se il pagamento viene effettuato oltre i 60 giorni. In questi casi è previsto il pagamento ridotto del 30% di 59.50 se viene effettuato entro 5 giorni dalla contestazione o notificazione.

Sempre in caso di ingorgo e non è prevista la corsia di emergenza o è occupata da altri veicoli il conducente ha l’obbligo di portarsi il più vicino possibile alla striscia di sinistra per permettere ai veicoli di emergenza di passare. Anche in questo caso la sanzione amministrativa è di 85.00 entro 60 giorni e 2 punti di decurtazione dalla patente di 169.00 se il pagamento viene effettuato oltre i 60 giorni. In questi casi è previsto il pagamento ridotto del 30% di 59.50 se viene effettuato entro 5 giorni dalla contestazione o notificazione.
Durante l’effettiva sosta per emergenza è importante saper che il conducente ha degli obblighi: segnalare il veicolo con il segnale mobile di pericolo (triangolo) collocandolo ad almeno 100 metri dallo stesso, nelle ore notturne deve tenere accese le luci di posizione nonché i dispositivi di segnalazione visiva, avvertire immediatamente un organo di polizia o l’ente proprietario della strada e cosa più importante da sapere è che la sosta non deve eccedere il tempo strettamente necessario per superare l’emergenza e comunque non dovrà mai superare le 3 ore, decorso il tempo previsto il veicolo può essere rimosso coattivamente.

Chi viola queste regole è punito con delle sanzioni amministrative che vanno da 59.50 a 848.50 euro.
Gli articoli che regolano la circolazione in autostrada o nelle strade extraurbane principali sono art. 175 e 176 del codice della strada.
Per maggiori informazioni commentate l’articolo o scriveteci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.