IL TRAINO DEI RIMORCHI LEGGERI E NON LEGGERI-L’AGGANCIAMENTO E RELATIVA PATENTE BE.

IL TRAINO DEI VEICOLI.

Il traino dei veicoli disciplinato dall’art 63 del Codice della Strada, e dall’art 219 Regolamento di esecuzione del C.d.S, deve avvenire nel pieno rispetto delle caratteristiche tecniche, strutturali e dimensionali ed è subordinato alla compatibilità dei due veicoli, uno dei quali diventa una motrice:

I rimorchi sono veicoli indipendenti, privi di motore, costruiti per essere trainati da veicoli motrice.

I rimorchi sono dei veicoli a tutti gli effetti e devono essere:

  • immatricolati ed avere una targa.

Formando un convoglio i due veicoli, uno dei quali motrice, devono essere compatibili tra loro, nei punti di attacco o accoppiamento e adattabili per dimensioni e peso, quindi l’autovettura o autocarro per potere trainare un rimorchio deve avere :

  • un gancio di traino omologato.

  • potenza e massa per farlo.

Sulla carta di circolazione deve essere specificato con apposita dicitura, gli estremi di omologazione installazione del gancio traino e la sua capacità di traino, massa complessiva, e larghezza massima del rimorchio -tats o caravan.

I rimorchi a sua volta possono essere leggeri e non leggeri, anche se non considerati rimorchi altra categoria da mensionare sono i carrelli appendice.

  • Rimorchio leggero: si considera rimorchio leggero se ha una massa massima a pieno carico fino a 750 kg. Solitamente questi veicoli hanno un peso e un ingombro limitato e sono rimorchi utilizzati di norma per trasporto bagagli.

  • Rimorchio non leggero: se ha una massa massima a pieno carico superiore a 750 kg. Sono rimorchi che solitamente hanno un peso superiore a 750 kg e fino a 3,500 kg. Rientrano in questa categoria i T.A.T.S (sigla che identifica i rimorchi destinati al trasporto di attrezzature turistico sportive per il tempo libero , esempio: barche, moto, ecc..

  • Carrelli appendice: il carrello appendice non viene considerato rimorchio perchè fa parte integrante della veicolo motrice, viene abbinato in sede di collaudo ad un solo ed unico veicolo.

Per rispondere ai numerosi quesiti e dubbi interpretativi, a seguire tratteremo nel dettaglio quale categoria di patente sia necessaria in relazione al convoglio da condurre.

Fino al 18/01/2013 per guidare un convogli composto ad un motrice trainante un  rimorchio non leggero, era indispensabile la patente di categoria B+E, Ora invece può essere conseguita una categoria intermedia tra la B e la B+E, ovvero la patente B codice 96.

  • Patente categoria B: Con la patente di categoria B è possibile guidare autoveicolo + rimorchio con massa complessiva fino a 3.500 kg. Diciamo che può’ rientrare in questa casistica il convoglio formato da autovettura + rimorchio leggero.

  • Patente categoria B 96: la patente categoria B con codice armonizzato 96 possiamo definirla la patente intermedia tra la B e la B+E. Il codice 96 abilita la guida di:

  1. Rimorchi con massa complessiva a pieno carico fino a 3.500 kg

  2. Autoveicolo + rimorchio con massa complessiva a pieno carico fino a 4.250 kg, rientra in questa casistica il convoglio formato da autovettura + rimorchio non leggero.

  • Patente categoria BE: la patente categoria B+E abilita la guida di :

  1. Rimorchi con massa complessiva a pieno carico fino a 3.500 kg.

  2. Autoveicolo + rimorchio con massa complessiva a pieno carico fino a 7.000 kg. rientra in questa casistica il convoglio formato da autovettura + rimorchio non leggero.

Si precisa che per trainare i rimorchi superiori a 3.500 kg. occorre aver conseguito la patente C+E.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.