AUTOVELOX. NULLO IL VERBALE SE NON INDICATO IL DECRETO PREFETTIZIO.

Secondo la Corte di Cassazione II sezione civile con ordinanza nr 24214 del 04/10/2018.

In caso di infrazioni per eccesso di velocità a mezzo apparecchiatura speciale autovelox su strada extraurbana secondaria (strada statale), l’organo accertatore deve inserire sul verbale di contestazione differita, gli estremi del Decreto Prefettizio che autorizza l’installazione dei dispositivi di controllo della velocità.

La Suprema Corte ha affermato il principio secondo cui è un diritto di chi riceve una sanzione amministrativa per eccesso di velocità, rilevata con autovelox, conoscere già sugli atti ricevuti a domicilio, i motivi che hanno reso impossibile la contestazione immediata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.