AUTOBUS: LA CASSETTA DI PRONTO SOCCORSO E’ OBBLIGATORIA?

AUTOBUS: LA CASSETTA DI PRONTO SOCCORSO E’ OBBLIGATORIA?

Numerosi quesiti giungono alla redazione di sullastrada.it e tanti sono i dubbi esposti dagli autisti dei veicoli adibiti al trasporto di persone.

Per capire intanto partiamo dalla norma di riferimento: Il Decreto Ministeriale nr 388 del 15 luglio 2003 pubblicato sulla G.U.nr 27 del 03/02/2004, ha definito il regolamento che riporta disposizioni sul pronto soccorso aziendale. Secondo il D.M. 388, le aziende, ovvero le unità produttive, in base alla tipologia di attività svolta, sono classificate, in gruppi.

  • Gruppo A
  • Gruppo B
  • Gruppo C.

Tutti i veicoli adibiti al trasporto passeggeri come:

  • Autobus
  • Autobus per il servizio pubblico di linea
  • Scuolabus
  • N.C.C.(noleggio con conducente)

Rientrano nel gruppo C, e quindi devono essere equipaggiati con la cassetta di pronto soccorso definito nel D.M come pacchetto di medicazione.

L’equipaggiamento della cassetta di pronto soccorso viene anche indicata nell’art 238 comma 1° del regolamento di esecuzione C.d.S all’allegato IX° punto 7.6.

In conclusione è chiaro che, all’interno dei mezzi utilizzati al trasporto di persone sopra meglio indicate, deve essere presente una cassetta del pronto soccorso contenente il sottoelencato materiale.

Allegato 2 ( D.M 388/03- CONTENUTO MINIMO DEL PACCHETTO DI MEDICAZIONE)
Guanti sterili monouso (2 paia).
Flacone di soluzione cutanea di iodopovidone al 10% di iodio da 125 ml.
Flacone di soluzione fisiologica (sodio cloruro 0,9%) da 250 ml.
Compresse di garza sterile 18 x 40 in buste singole.
Compresse di garza sterile 10 x 10 in buste singole.
Pinzette da medicazione sterili monouso.
Confezione di cotone idrofilo.
Confezione di cerotti di varie misure pronti all’uso.
Rotolo di cerotto alto cm 2,5.
Rotolo di benda orlata alta cm 10.
Un paio di forbici
Un laccio emostatico
Confezione di ghiaccio pronto uso
Sacchetti monouso per la raccolta di rifiuti sanitari
Istruzioni sul modo di usare i presidi suddetti e di prestare i primi soccorsi in attesa del servizio di emergenza.

Il contenuto del pacchetto di medicazione deve sempre risultare completo. La mancanza o la non integrità del contenuto minimo comporta una sanzione da euro 85,00 a 338,00 con pagamento in misura ridotta entro 60 giorni euro 85,00, ridotta ulteriormente del 30% a euro 59,50 se pagato entro 5 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.